Inaugurazione Giovedì 11 ottobre 2018 ore 20.45 – Marco Baliani ai Cantieri Teatrali Koreja

ORE 20.45 – CANTIERI TEATRALI KOREJA

Marco Baliani legge I Dinosauri da Le Cosmicomiche di Italo Calvino, musiche originali di Alessandro Solidoro.
In collaborazione con Cantieri Teatrali Koreja.

Prima dell’inaugurazione nel foyer del teatro Koreja gli allievi del corso di
lettura Ad alta voce leggeranno brani tratti da Le Cosmicomiche di Italo Calvino.

Ingresso: € 8,00
Info e prenotazioni: 0832.242000

LFL 2018 – Letteratura & scienza

“Nella direzione di lavoro in cui mi muovo, il maggior nutrimento lo trovo in Galileo, come precisione di linguaggio, come immaginazione scientifico – poetica, come costruzione di congetture […] Allo stesso modo anche Dante, in un diverso orizzonte culturale, faceva opera enciclopedica, cosmologica. Anche Dante cercava, attraverso la parola letteraria, di costruire un’immagine dell’universo. Questa è una vocazione profonda della letteratura italiana”.
Italo Calvino

È possibile raccontare la scienza? È possibile usare il linguaggio polisemico e ambiguo tipico della letteratura, allusivo e vago, per dire la precisione univoca del discorso scientifico?
No.
La letteratura vive di furti e prestiti, non chiede permessi, usa scorciatoie, e vampirizza chiunque/qualunque cosa incontri per quanto fortuitamente. Nel suo bulimico rapporto col mondo il letterario fagocita ogni cosa, anche il suo opposto per eccellenza, la prosa scientifica, quella descrizione del cosmo che ha bisogno – se diamo credito a Galilei – del linguaggio matematico (pare che il mondo sia un libro scritto da Dio… in linguaggio matematico!). Spolpa le tesi scientifiche più ardue, le visioni più estreme e le ipotesi più angoscianti e destabilizzanti per suscitare iridi su orizzonti di ragnatele / e petali sui tralicci delle inferriate (Montale, Il sogno del prigioniero).
A volte consolatoria a volte allarmista e cupa, a suo modo si prende cura di noi saccheggiando, da scorretta quale è, dalla matematica alla biologia, dall’ingegneria genetica alla fisica quantistica, medicina e mondo della psiche. Non c’è cosa che non le interessi, o che rispetti in sé e non come puro pretesto per nuove storie e nuovi universi. Eppure è solo nella letteratura che noi troviamo la filigrana che lega e in qualche modo spiega le costruzioni naturali e artificiali di cui doviziosamente ci circondiamo.
E… buona lettura!

Lo staff del Lecce Festival Letteratura